Giusy Vanni

Cosa significa per te essere un CHO – Chief Happiness Officer?

Io sono un CHO perchè ho un proposito forte e chiaro da raggiungere: Contaminare la realtà con la positività di un’organizzazione solida ed affidabile a tutti i livelli, in ogni ambito. Io sono un CHO perchè conosco gli strumenti per raggiungere il mio proposito ed ho imparato ad usarli, consapevole che per ogni situazione dovrò considerare una nuova strategia, ma mantenendo fermo il metodo. Io sono un CHO perchè ho vissuto in me la scoperta di un percorso che voglio intraprendere ogni giorno dentro di me per esser esempio ed ispirazione per gli altri. Io sono un CHO ogni volta che sono orgogliosa per aver sensibilizzato qualcuno a considerare nuovi punti di vista (anche quando questo porta ad intraprendere strade diverse), quando i miei ragazzi esprimono i loro talenti io sono un CHO; sono un CHO quando mi inorgoglisco per qualcuno che riesce a dichiarare la propria opinione con serenità, sono un CHO quando ascolto testimonianze come quelle di Valeria e Daniele ed ho la pelle d’oca. Sono un CHO quando durante le esercitazioni penso non solo alla mia azienda attuale ma anche a quelle precedenti e vorrei chiamare i miei ex colleghi per dire che “si può fare”! si può diventare ciò che ci si propone…ma bisogna sposare quel proposito con dedizione, abnegazione. Io sono un CHO perchè sono commossa mentre scrivo in questo istante, ma anche emozionata e spaventata come se stessi per fare un tuffo da uno scoglio altissimo….sono un CHO perchè ho il cuore a mille quando penso a tutto quello che c’è da fare e che posso fare. Sono un CHO perchè non voglio smettere di esserlo e perchè so che non potrei non esserlo nè esser altro